Spazio Querini

Il progetto di restyling della boutique ha mantenuto e enfatizzato le peculiarità dell’edificio attraverso un décor che si integra nello spazio in un elegante equilibrio tra contrasti e affinità. Spazio Querini ha infatti sede in una delle vie più antiche del centro storico di Udine, all’interno del Cinquecentesco Palazzo Sacchia caratterizzato da originali finestre centinate, trifore e massicce pareti in pietra.

Lo spazio espositivo, che gode di due entrate, si distribuisce su due piani più una piccola corte interna, valorizzata da una vetrata terra-cielo che la incornicia come un piccolo giardino. L’intervento di interior design ha un carattere minimale, giocato su varie tonalità di grigi e beige naturali che si declinano nelle soluzioni espositive e negli arredi come le originali isole esagonali che fungono da tavolini d’appoggio.

Il piano terra è un ambiente spazioso, diviso in più sale da una doppia fila di arcate in pietra messe in risalto dai pavimenti in legno scuro. Per ogni ambiente è stata scelta un’illuminazione differente: dall’originale sistema di faretti a vista, posizionati come binari irregolari sopra le travi del soffitto all’ingresso di via Mercatovecchio, ai delicati lampadari Octopus della seconda sala, alle scenografiche maxi-lampade circolari posizionate nel secondo ingresso, sopra all’iconica Vespa 50. L’originale bancone in lamiera fa da punto focale tra le due entrate, dando interessate un tocco industriale all’atmosfera, abbinandosi ai complementi vintage e alle opere d’arte contemporanea che arredano le pareti. Una scala in legno scuro porta al secondo piano, dove la saletta dedicata ai profumi riporta alle magiche atmosfere di una spezieria Settecentesca.

Da qui, attraverso due vecchi portoni balinesi in legno intarsiato, si accede al piano dedicato alla moda femminile. Gli originali espositori per gli abiti, realizzati con legno naturale e tela grezza, diventano qui delle cabine a scomparsa, chiudendosi come i vecchi bauli delle nonne.

L’interno, rivestito con una delicata seta a motivi geometrici, si rivela una accogliente e insolita dressing room. L’ultima sala consente infine l’accesso alla zona magazzino, nascosta da una particolare armadiatura su misura che, con il suo movimento irregolare, ricorda un paravento antico. 

  • Crediti: Silvio Stefani, architetto. Clara Galanti, fotografie.
  • Categoria / Retail
  • Location / Udine
  • Anno / 2016
  • Condividi /

Altri progetti

Home
Treviso
2012
Home , Hotel
Vittorio Veneto (TV)
2019
Company , Retail
Villorba, Treviso
2013
Hotel
Mirano, Venezia
2017
Company
San Gallo, Svizzera
2017
Food
Wittenbach, Svizzera
2016